DODICESIMA PUNTATA

GRAN PRIX E IL CAMPIONISSIMO

Takaya Todoroki è un promettente pilota, ma sfortunatamente proprio nella gara di debutto subisce un brutto incidente. Ricoverato in ospedale per curare le ferite, il giovane pilota piomba in un profondo sconforto. Quando ormai le cose sembrano degenerare e Takaya comicia a pensare di mollare tutto, un misterioso individuo si reca a fargli visita. Nick Lanz (personaggio ricalcato sulla persona e sulle vicende di Niky Lauda), cerca di scuotere il ragazzo e farlo reagire alla sua situazione. La drammatica esperienza dell?incidente è ancora troppo recente e ben impressa mente del giovane, ma anche il richiamo del motore lo è altrettanto? Takaya Todoroki e la sua Todoroki Special, una scattante formula 0 a sei ruote da egli stesso brillantemente progettata ed assemblata (la prima versione), sono gli assoluti protagonisti di questa serie avvincente ambientata nel rombante e rutilante mondo dei motori.

IL GIOCO DELLE COPPIE

Il Gioco delle coppie era un programma quotidiano di provenienza americana (l’originale è “The Dating Game”, cioè il gioco dell’appuntamento, in cui due “cacciatori” di ambo i sessi cercavano di assicurarsi un soggiorno premio in una amena località turistica con le prede “conquistate” nel game show. Il meccanismo di gioco è identico all’originale: il concorrente è diviso da un “muro magico” da tre pretendenti del sesso opposto, sulla base delle risposte fornite dai potenziali partner deve scegliere con chi partire. Il gioco a premi iniziò il 23 settembre 1985, dal lunedì al sabato alle 19.00 su Italia1. Fu condotto per cinque anni consecutivi da Marco Predolin, che approda a questa trasmissione dopo aver condotto, su Retequattro, M’ama non m’ama. Nel 1986/87 il programma va in onda alle 18.55 su Rete4 e gli ascolti sono strepitosi per la rete.

ROCKY JOE
I due protagonisti, Joe e Danpei, al loro primo incontro, non trovano niente di meglio che fare a botte per un futile motivo. Ma dopo averle prese l’ubriaco pugile rinsavisce, accorgendosi del grande talento possieduto dal giovane. Prende allora a seguirlo, ripetendogli continuamente la sua proposta: farsi allenare da lui e diventare un pugile. Joe all’inizio non vuole saperne. Per Danpei il ragazzo diventa quasi come un figlio. La notizia delle bravate di Joe infatti lo fa trasecolare. Finisce in riformatorio dove comincia ad accettare le lezioni per corrispondenza di Danpei, e ad allenarsi. Uscito dal riformatorio Joe inizia a disputare i suoi primi incontri, e diventa famoso per essere un pugile brutale.Joe arriva a disputare l’incontro per il titolo mondiale per la sua categoria, con il campione José Mendoza.Costui più che un pugile sembra un superuomo. Arrivati a questo punto il fisico di Joe è molto danneggiato dai colpi ricevuti, e comincia a sperimetare i sintomi della sindrome del pugile ubriaco. Joe decide di nascondere il suo male e di uscire di scena in maniera grandiosa. Durante il suo incontro contro José Mendoza, dà tutto se stesso; dopo pochi round di pestaggio diventa cieco da un occhio, ma impara a riprodurre la tecnica di avvitamento del pugno del suo avversario. Al termine dell’incontro Joe è riuscito a demolire, letteralmente, il campione José Mendoza, ma non vive abbastanza da ascoltare il verdetto dell’incontro.

LOVE ME LICIA
“Kiss me Licia” nel 1985 aveva ottenuto un successo insperato: quattro milioni di telespettatori avevano seguito fedelmente la serie TV! Nel 1986 la Mediaset (allora Fininvest) produsse pertanto la versione live di Licia, incoraggiata dalle numerose richieste del pubblico, ansioso di vedere i due innamorati convolare a giuste nozze (la serie animata, infatti, terminava con Licia che aspettava il ritorno di Mirko dall’America). Nell’autunno del 1986 va in onda il primo episodio della sit-com con attori in carne e ossa doppiati però dalle rispettive voci della serie televisiva. Il titolo è “Love me Licia” ed è subito record d’ascolto, tanto che altre tre serie vengono prodotte: “Licia Dolce Licia”; “Teneramente Licia” e l’ultima nel 1988, “Balliamo e Cantiamo con Licia”, per un totale di 145 episodi.
DONNE
In gara nel sanremo 1985 presentato pensate un po’ da… Pippo Baudo, Zucchero canta un brano classificatosi al penultimo posto, ma alla faccia del festival famosissimo ancora oggi e che dedichiamo a tutte le donne in occasione della festa a loro dedicata. Donne.

DODICESIMA PUNTATAultima modifica: 2008-02-06T17:40:00+00:00da ottantanostalgi
Reposta per primo quest’articolo