PRIMA PUNTATA

DON CHUCK CASTORO
Chuck vive nella foresta di Zawa Zawa. Il piccolo Chuck ha perso la mamma e ora vive solo col babbo, il saggio Aristotele (a cui piace molto fumare la pipa) in una bella casetta sull’ isolotto artificiale che il babbo ha costruito in un torrente. Chuck è un castorino molto altruista e coraggioso e non di rado questo lo porta ad affrontare le ingiustizie e a difendere i deboli spesso si oppone ai soprusi impartiti dalla famiglia dei lupi i quali non perdono l’occasione per metterlo in cattiva luce. La sua amichetta del cuore è la castorina Lala, mentre il suo migliore amico è lo spavaldo orsetto grigio Daigo. Piccola curiosità : Chuck è tutt’ ora la mascotte del principale Luna Park di Tokyo.
Si tratta di un storia per bambini, ogni puntata ha con sè un importante insegnamento etico. Un buon cartone animato con un suo senso morale, di come non se ne fanno più.

DOMENICA IN 1988
Parliamo di Domenica in… contenitore della domenica ideato nel 1976 da Corrado e che continua ancora ad andare in onda su Rai uno.  L’edizione 1987-88 fu condotta da Lino Banfi, Toto Cutugno, Roberto D’Agostino,Brigitta Boccoli e tanti altri. Da questa edizione, fino all’ultima consecutiva gestita da Boncompagni, compare il gioco del Cruciverbone. La sigla è cantata ovviamente da Toto Cutugno ed il titolo è: Una domenica Italiana.

BELLE E SEBASTIEN
E’ la storia del piccolo Sebastien, un ragazzino che vive insieme al nonno in un piccolo paesino sui Pirenei. Sebastien è un ragazzo che malgrado le attenzioni del nonno sente molta tristezza a causa della lontananza della madre che lavora in un circo e che quindi è soggetta a continui spostamenti. Un giorno Sebastian trova un bellissimo cagnone bianco, che chiamerà Belle. Ben presto capisce che quel docile cane è ricercato dalla polizia in quanto è stato accusato di aver aggredito una persona, che in realtà stava soccorrendo. Belle e Sebastien partono quindi in giro per i vari paesi alla ricerca della madre di Sebastien, in questo viaggio faranno vari incontri sia di persone amiche che di imbroglioni, ma il più grande e sincero amico del ragazzo sarà sicuramente il cane Belle con il quale si instaurerà un profondo legame di amicizia.

HAPPY DAYS
La serie narra le vicende di una famiglia borghese degli anni ’50 che vive nella città di Milwaukee, i Cunningham; la famiglia è composta da Howard, proprietario di un negozio di ferramenta, da sua moglie Marion, casalinga, e dai due figli adolescenti, Richie, e Joanie. Il figlio maggiore, Chuck, appare sporadicamente solo all’inizio della serie, per poi scomparire dal cast senza alcuna spiegazione da parte degli sceneggiatori. Il quadro è completato dai migliori amici di Richie, Ralph Malph e “Potsie, e soprattutto da Arthur Fonzarelli, detto Fonzie, meccanico rubacuori.Altri personaggi importanti sono Arnold e Alfred, che si alternano come proprietari del locale Arnold’s. Le storie proposte da Happy Days sono in massima parte incentrate sui problemi del passaggio dall’adolescenza alla maturità, affrontati comunque con leggerezza e ironia.

CAPITAN FUTURO
Il cartone animato di Capitan Futuro è stato realizzato nel 1978 e venne trasmesso su Rai Uno, all’interno della trasmissione “3,2,1 contatto!” . La serie è tratta dal romanzo di Edmond Hamilton scritto negli anni ’40, il primo che fece la distinzione fra droidi, robot e cyborg.La storia ha inizio nel 1990 quando lo scienziato Roger Newton, sua moglie Elaine, ed il suo brillante collega Simon Wright lasciano la Terra per una spedizione di ricerca sulla Luna. Il corpo di Simon è vecchio e malandato, e Roger gli consente di continuare le sue ricerche trasferendo il suo cervello, perfettamente lucido, in un contenitore artificiale fluttuante. Sfortunatamente, lo scienziato criminale Victor Kaslan arriva sulla Luna ed assassina i Newton. Della famiglia sopravvive soltanto il figlio, Curtis, che cresce fino a diventare un brillante scienziato. Nella prima avventura, offre i suoi servigi al Presidente del Sistema Solare, utilizzando, per una misura di riservatezza, lo pseudonimo Capitan Futuro. Capitan Futuro incontrerà molti avversari nella sua carriera, ma il suo peggior nemico è Ull Quorn, il cosiddetto Mago di Marte.

MAMMA MIA
Mamma Mia è una canzone tratta dal terzo album degli ABBA, l’omonimo ABBA, per la prima volta pubblicato nell’aprile 1975. In Italia la canzone non entrò mai nella Top20, eppure a distanza di anni rimane una delle più note e popolari canzoni del complesso. In Australia Mamma Mia si posizionò al primo posto della classifica per dieci settimane (record bissato dal singolo successivo, Fernando). Il disco giunse ai primi posti della classifica anche in Svizzera, Germania Ovest e Irlanda ed entrò nella top ten in Nuova Zelanda, Norvegia, Belgio e Sud Africa.

PRIMA PUNTATAultima modifica: 2008-06-17T11:59:00+00:00da ottantanostalgi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento