UNDICESIMA PUNTATA

BIM BUM BAM

Bim Bum Bam andò in onda la prima volta il 4 luglio 1982 alle ore 17, come semplice contenitore di cartoni animati senza conduzione.; Uan è stato il pupazzo storico della trasmissione. La voce fuoricampo del signor Brandolin, impersonata dallo stesso doppiatore di Uan, sgridava ripetutamente il grande Paolo Bonolis in modo autoritario, ma scherzoso. Negli anni 80 molte sigle della trasmissione furono girate nel parco divertimenti di Gardaland.

CANDY CANDY
La storia inizia con l’abbandono di due orfanelle, Candy ed Annie, presso l’orfanotrofio religioso Casa di Pony. Candy sarà adottata da una potente famiglia aristocratica, i Legan. Tra mille vicissitudini Candy realizza il sogno di diventare una brava infermiera. La storia termina con una festa alla casa di Pony e Candy felice insieme all’amico di sempre: Albert.

CAPITAN HARLOCK
Cupo, silenzioso, con una lunga cicatrice che gli taglia il viso ed una benda sull’occhio destro; un lungo mantello volteggia intorno a lui; sul suo fianco sinistro pende una spada e sul destro una pistola, una “cosmic gun”. Stiamo parlando del più incredibile dei pirati, che non vaga per gli oceani normali, ma nel cosmo. E’ Capitan Harlock. A bordo della sua “Arcadia” ci guida attraverso mille avventure lungo i confini del cosmo.

ARNOLD


La serie narra le storie di due fratelli afroamericani, Arnold e Willis Jackson, che vengono adottati da un ricco uomo d’affari, Philip Drummond, che cosi facendo li toglie dalla miseria di Harem e li porta a vivere nella ricchezza di Manhattan. Su questo filone si alterneranno negli anni diverse situazioni, sia comiche che drammatiche, rendendo questa sitcom un successo a livello internazionale per tanti anni.

I RAGAZZI DELLA 3° C

Il telefilm de “I Ragazzi della III C” è ambientato in un Liceo Classico del centro di Roma, il Leopardi nella seconda metà degli anni ’80; qui si incontrano i vari protagonisti della serie in ogni puntata con delle avventure diverse e sempre esilaranti. All’interno della serie non c’è un vero protagonista, ma potremmo dire che i due personaggi che hanno maggior rilievo sono Bruno Sacchi e Chicco Lazzaretti. I Ragazzi della III C forniscono quindi un eccellente spaccato della gioventù degli anni ’80: dal dark al paninaro. Vari sono anche i siti dedicati alla serie.

LUPIN
Lupin III  è un ladro dalle innumerevoli e incredibili abilità, ricercato dalla polizia di tutto il mondo. È agile, dal fisico asciutto, maestro nei travestimenti e in grado di ideare furti geniali. Con lui Jigen pistolero infallibile che non manca mai di tenere tra le labbra un mozzicone di sigaretta spenta; Goemon abile samurai, che con la sua spada può tagliare quasi ogni cosa; Fujiko o Margot nella versione italiana della seconda serie tv: una giovane e bella avventuriera. L’acerrimo rivale di Lupin è l’ispettore Zenigata  dell’Interpol che insegue Lupin da decenni.

IL GRANDE MAZINGA

Il Dr. Kenzo Kabuto, salvato dalla morte grazie alla sua trasformazione in un cyborg, rielabora e potenzia Mazinga Z, creando il Grande Mazinga, robot che dovrà difendere la Terra dal prossimo attacco del terribile impero di Mikene. Kabuto progetta anche La fortezza delle scienze, la base volante da cui far partire il Grande Mazinga. Come pilota del Grande Mazinga sceglie il giovane Tetsuya Tsurugi, un ragazzo orfano che egli adotta. L’esercito di Mikene viene guidato dall’Imperatore delle Tenebre, e in modo più operativo dal generale Nero.

TANTI AUGURI
Quale modo migliore di farvi gli auguri di buon anno con Raffaella Carrà? Andiamo nel 1978 e per tutti voi… tanti auguri!

UNDICESIMA PUNTATAultima modifica: 2008-12-07T15:35:00+00:00da ottantanostalgi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento