Cosa resterà degli anni ottanta? 01

I videogames da bar
L’ urlo di Tardelli ai mondiali di Spagna ’82
Le televendite di Videolina (Gran Bazaar, Lo Faro)
Lo spot della Moina Arredamenti “A chi non compra alla Moina
Arredamenti… gli spacco tutti i denti”
I fumetti Marvel delle Edizioni Corno, ma anche i primi della
Star Comics
Il Commodore 64 (con registratore naturalmente)
Il “Si” e il “Bravo” (il “Ciao” era un po’ da checca)
La discoteca della domenica pomeriggio
Le feste di compleanno delle medie con “Il Gioco della
Bottiglia”
Le partite di pallone nel cortile, senza portiere e senza il gol
“di sponda”.
La S che ti regalava un credito a Bomb Jack
La casa nella Prateria
Il film “Grandi Magazzini”
Il Carlo Verdone di “Un sacco bello” e “Bianco, rosso e
verdone”
Le ore di Educazione Fisica al liceo (lo scazzo, per intenderci)
Le navi Tirrenia modello “Poeta” o “Strada” (quelle sventrate
e poi rifatte per intenderci”
Il primo film di “Fantozzi”, ma anche un po’ il secondo
Le partite di un’ora a Black Tiger con solo 200 lire
Il colpo secco che senti quando apri una bottiglietta di
Gatorade mentre stai morendo di sete
I manifesti delle campagne pubblicitarie “Roberta”
Le compilations di giochi piratati per C=64 in edicola
I film di Bud Spencer & Terence Hill
Le colonne sonore degli Oliver Onions
Diego Abatantuono prima di conoscere Gabriele Salvatores
Il Geom. Filini (organizzatore universale delle iniziative
aziendali) e il Geom. Calboni
Il poster di Patsy Kensit a Sanremo (con il capezzolo che si
intravede causa la famosa caduta della spallina)
Il film “Non ci resta che piangere”
Le sfide a Subbuteo e quelle a calciobalilla
La partitella a pallone tra amici
Il puttan-tour
Il silicone (quello usato per scopi umanitari) e i chirurghi
plastici
La playstation modificata
Il fantacalcio
Il biliardo
Playboy & Penthouse
Gli album di figu Panini
Le cabine telefoniche a gettoni
Le serate BPP “birra pizza e pornazzo”
Arcibaldo
Schultz ne “Gli eroi di Hogan” (il sergente goloso
Patricia Pilchard
“Bim Bum Bam” condotto da P. Bonolis e E. Blanchard
“Tandem” condotto da Fabrizio Frizzi e Claudio Sorrentino
“Zig Zag” condotto da S. Mondaini e R. Vianello,
“Sandra e Raimondo Show” con Tarzan e Zorro
Raffaella Carrà in “Tanti Auguri (Come è bello far
Trieste in giù)” e “Tuca Tuca “
“Fracchia” e la mamma di Fracchia.
Diego Abatantuono che canta: “Son diabolico nell’amplesso,
sprupurzionato per quanto riguarda le dimensione
se trovo la donna giusta, me la ciuccio come ‘naragosta
Il Cacao Meravigliao
“Caccia al tesoro” condotto da Jocelyn
Cochi e Renato
“Mork e Mindy” con Robin Williams
Il Muppet Show
Il culetto di Nadia Cassini
“Colpo Grosso” condotto da U. Smaila. Antonioemacello
sottolineano la “Fiche Cadeaux Panto” e la “Carta Jolly”
Maradona vs. England ai Mondiali del Messico ’86
Milan – Real Madrid (5-0) in semifinale di Coppa dei Campioni
La tripletta di Paolo Rossi al Brasile (Spagna ’82)
L’indimenticabile Moana in “Moana e Cicciolina Mondiali”
Il “Mundialito” su Canale 5 con “Five” come mascotte
Plastic Bertrand che canta “Ping Pong, Ping Pong” al festival di
Sanremo
“Te la do io l’America” e “Te lo do io il Brasile” di Beppe Grillo
Massimo Troisi
“Emilio” con Zuzzurro e Gaspare, Teocoli, Gnocchi,
Pistarino…..
Tiny Cansino, Lory Del Santo e le ragazze di “Drive In”
Roberto Benigni
I film di Alvaro Vitali (Pierino, Giggi il bullo,Paulo Roberto
Cotechino, …)
La serie dell’ ispettore Giraldi con Tomas Milian ed il mitico
“Ts ts, a ispetto’, me l’hanno buttata ar culo”di Bombolo!
Le varie serie della “Dottoressa” (alla visita militare, ci sta col
colonnello, etc.) interpretate magistralmente dalla Fenech,
dalla Rizzoli (mai nome piu’ adeguato, RIZZO-li!)
La doccia di Gloria Guida ne “La liceale ci sta col professore”
Comunque sia, Cristina D’avena, che anche se la odio ha
contribuito a lasciarci delle sigle fantastiche
Le sigle dei cartoni animati a.C. (avanti Cristina)
I trenini Lima
I Lego
I Playmobil
Le piste delle macchinine radiocomandate Polistil
I manuali delle Giovani Marmotte
Il gol di testa di Van Basten a Madrid
Il Calippo
Il “Good-up” della Motta (Calippo taroccato) per lo stesso
motivo
I Camperos ed il Bomber (con i proiettili dentro!!!)
Il Moncler, le Timberland, la roba della Best Company e El
Charro con le sue fibbiazze!!!
La campanella della fine della giornata
Le battaglie navali
Il gioco dei 100 (il 10×10 con i numeri progressivi)
Il tris sulla lavagna o l’impiccato (meno inflazionato)
Le sudate quando il prof estraeva il numero da interrogare e la
ola quando non eri tu!
Le gite in pullman (Saccheggiamo l’Autogrill ! – Culi fuori dai
finestrini da mostrare agli alri pullman di ragazzi/e – Le serate
in camera delle ragazze di nascosto e i rutti liberi)
“Doppio Slalom” condotto da C. Tedeschi
La Nutella
L’Olandesina della Miralanza
Lo Spectrum
“Drive-in” la domenica sera con tutti i suoi folli personaggi
Il primo unico joystick dell’era moderna, l’intramontabile e
snodabile BOSS con base grigia, manico anatomico nero e
pulsante bianco in cima. (veramente indimenticabile )
…e lo Speedking da tenere in mano (per i giochi smanettoni)
il CRYSTAL BALL” (pasta colorata che gonfiata diventava un
palloncino deforme)
L’ UFO SOLAR (un grosso sacco nero pieno d’aria che si librava
dolcemente in cielo grazie al calore del sole !)
Il DITONE (gelato alla fragola)
“Tutto il calcio minuto per minuto” con le interruzioni di Ciotti
(e non si capiva se era veramente la sua voce, o la radio a
funzionare male) e di Ezio Luzzi spedito nei piu’ lontani ed
infimi campi della serie B.
Il balletto intorno alla bandierina di Juary, ex attaccante di
Ascoli, Inter, Avellino, e Cremonese nei primi anni 80
Il film “Fuga per la vittoria”, in particolare la fantastica
rovesciata di Pele’, il colpo di tacco alla Ardiles e
l’hollywoodiana parata su rigore di Silvester Stallone.
Kabir Bedi in SANDOKAN la tigre della Malesia e relativa
canzoncina per rincoglionire noi bambini
“…mmm…mmm Magico Lipton !” del mitico Dan Peterson
Gli incontri di catch giapponese con Antonio Hinochi e Tiger
Mask
Il SUPER TELE e il MINI TANGO
Il “Corrierino dei piccoli” con la Pimpa, la Stefy e i Ronfi
STAR TREK
Happy Days con il mitico Fonzie (chi non ha mai fatto HEY con
il pollice o cercato di spegnere lo stereo o la luce con il pugno
…)
Tom Selleck in “Magnum P.I.” con il Ferrarino, i cani
(Apollo&Zeus) del grandissimo Higgins & co. (T.C. e rick e
rampino)
“Hazzard” con Bo&Luke Duke, Dasy con il grande Generale
Lee (chi non ha mai provato ad entrare o uscire dal finestrino
della macchina ?), Boss Hogg e Rosco P. Coltrain e anche
Cooter Davenport, lo zio Jess, Enos Strate(dopo) ed il mitico
cane di Rosco (Flash ?)
Il calcio volante al tifoso di Eric Cantona
Lupin III con Gigen, Ghemon, Zenigata (o Zazzà), Margot (o
Fujico)
I video musicali di Sabrina Salerno (Boys e Hot Girl)
“Wonder Woman” (il telefilm)
Ilona Staller (alias Cicciolina) eletta alla camera dei deputati
“Karma kamaleon” dei Culture Club
Paolo Rossi ai mondiali
Le bustine a Lit. 500 contenenti gli…… EXOGINI !!!
Le scorpacciate di Cono Palla
Le avventure dei gallici eroi Asterix ed Obelix alle prese con le
legioni romane (S.P.Q.R. sono porci questi romani…)
Il dottor Bruce Banner che, in seguito ad un incidente in
laboratorio, viene colpito da una serie incredibile di raggi
gamma, e nei momenti topici si trasforma ne “L’INCREDIBILE
HULK” (che nella versione TV era impersonato da quella
montagna di muscoli di LOU FERRIGNO)
L’ A – TEAM (P.E. Barracus con il suo armamentario di collane
e braccialetti, Sberla, John Peppard e l’inimitabile Murdock con
le sue pazzie)
I “mangiadischi” per i 45 giri (che mangiavano veramente i
dischi)
La sigla di Supercar (indimenticabile il giro di basso)e relativo
telefilm con quel puzzone di David Hasselhoff
Starsky (e Hagi Bear)
I cartoni animati su Koper Capodistria…
Il gioco Bubble Bobble, con i vari trucchetti (appena infilate le
200 lire, prima di premere Player 1, esisteva un rapida
sequenza da fare con il joystick ed il pulsante che ti
permetteva di iniziare a giocare con il livello massimo di sparo
e velocita’, senza dover prendere caramelle e scarpette)
BRUNO SACCHI ed I RAGAZZI DELLA 3^ C
Freddy Kruger con i suoi artigli in NIGHTMARE (il primo diretto
da Wes Craven, perchè gli altri non sono degni di nota)
Le partite a biglie sulla sabbia, nel corso delle quali “bicellavi”
con le dita, lungo sinuosi e arditi percorsi, le biglie di plastica
contenenti i vari ciclisti, dai Saronni ai Moser…
Quei cartoncini (acquistabili nelle edicole) raffiguranti un
percorso di Formula 1, sui quali dovevi grattare i pallini e
riuscire a far avanzare o la macchina blu o quella rossa
(metodo poi applicato ai cartoncini raffiguranti il campo da
calcio, nei quali si doveva trovare il pallone che andava in
porta)
L’ inquietante cartone animato “La Famiglia Mezil”
Il DAS e il PONGO
Gli aerei Quercetti, quelli rossi (con o senza elica) con l’ala di
polistirolo da inserire nel centro e il piccolo alettone in coda,
da lanciare controvento verso il basso per fargli fare il giro
della morte.
Le eterne sfide calcistiche di Holly & Benji, con azioni che mai
nessuno avrebbe mai potuto immaginare prima, gli
indimenticabili “gemelli Derrick” e la loro “catapulta
infernale”, l’ inossidabile “Mark Landers” col suo fido Danny
Mellow, il grande “Ed Warner” che parava a colpi di karate, il
goffo e simpatico “Bruce Harper” ed il talentuoso giramondo
“Tom Becker”. Qualche nome?
“Philip Callaghan” ed i suoi epici allenamenti sulla neve,
“Julian Ross” (quello commovente malato di cuore), sempre
della mitica new team i favolosi “Ted Carter” (il Donadoni
della situazione) e “Johnny Mason” (quello rosso con i boccoli)
ed infine il portierone enorme “Teo Sellers” della Nor-Fork. Ho
recentemente trovato un gioco giapponese per play-station
ispirato interamente al mitico cartone. il gioco e’ veramente
impossibile perche’ si usano, per ogni personaggio, un mare di
combo (come tekken) ma i “Gemelli Derrik” che fanno la
catapulta infernale sono imperdibili !
Bob Denver, il difensore cazzuto della New Team, il tizio che
faceva il tiro del falco (non mi ricordo il nome), Roberto
Sedinho che tira il pacco a Holly e se ne va per i cazzi suoi, la
mitica troiona Patty (perchè holly non se la trombava ?) e
Alan il portiere del cazzo di riserva
Le comiche di Benny Hill al Drive-in
Le mitiche partite a Kick Off per Amiga con il “the portier” che
andava in “Guru meditation” imbalsamandosi senza rimedio,
ed il giocatore impazzito (soprannominato TRENO) che
sfrecciava per il campo a velocità folle.
RALPH SUPERMAXIEROE
IPPOTOMMASO, il piu’ grande cartone animato di tutti i tempi
!
Candy Candy, con i mitici Terence, Antony, Archie, Annie,
Steer,ecc… (senza di loro come saremmo cresciuti ?)
“Capital” soap opera di Raidue
“Sentieri”, “Dynasty” e “Falcon Crest”
LADY OSCAR, il primo cartone “porno” (vi ricordate Andrè che
strappa la camicia sul letto a lady oscar???)
KISS ME LICIA (con tutti quei colori di capelli erano che i
precursori della moda di oggi)
Il gioco della scopa
Furia il cavallo del west
Lassie
La mitica “Famiglia Bradford”
La famiglia Bradford, residente a Sacramento (Ca) era
composta da un totale di 10 elementi:
1) TOM (padre, giornalista, pelato)
2) EBBIE (seconda moglie di Tom, insegnante?) n.b: non
ricordo il nome della prima moglie…
3) DAVID (primogenito, carpentiere/meccanico, fisicaccio)
4) SUSAN (secondogenita, studentessa in educazione fisica, un
po’tracagnotta)
5) JENNY (quella bionda, fissata col teatro, non tanto gnocca)
6) MARY (quella castana, studentessa in psicologia?, la
“secchiona”)
7) NANCY (l’altra bionda, mezza svampita, più gnocca di
Jenny)
ELIZABETH (castana, lunghi capelli lisci, la più carina,
studentessa di “high school”)
9) TOMMY (castano riccio, tipica capigliatura anni ’70, studente
di liceo, eredita da David un meraviglioso pulmino Volkswagen
“doppio vetro” celeste, una delle cose per le quali vale la pena
vivere…)
10) NICHOLAS (il piccolo della famiglia, uno dei caschetti più
famosi della televisione mondiale, in una puntata manda a
fuoco per sbaglio casa Bradford e scappa a San Diego…).
Come dimenticare poi il DOTTOR MAXWELL, medico, amico di
famiglia dei Bradford, compagno di Tom nelle loro partite a
golf ?
Simon & Simon
Il Big Jim e i Ji-Joe
L’Aprilia Tuareg 50
Lo strepitoso Doctor Who !!!
I controllori ACT
Vanessa Paradis nel video “Joe le Taxi”
Shingo Tamai dei Superboys e il suo portiere cieco
Rocky Joe
“Il Mongolino d’Oro” o “La Mucca Carolina”
Yattaman
Doraemon
Il supertelegattone (Miaoooooooo)
Il DeeJay X che insieme a Seymandi presentava
Superclassifica Show, quello che aveva un grosso paio di cuffie
e al posto della testa una palla di specchi da Disco 70’s !!!
“Il Ramarro” Pancev
I fumetti del Mitico Thor
Bob Geldof che non si è lavato per più di tre anni dicendo che
così si sentiva piu` uomo
Il film “Goldrake contro Mazinga” (guest stars Devil Man e
Jeeg Robot d’Acciaio oltre alle robotesse che sparavano le
tette)
Lamu’
Il primo Rocky di Stallone
Gli Harlem Globetrotter
Le “Fritzy Patzy” quelle cicche (una polverina venduta in
bustina) che scoppiettavano in bocca
Il ginger, la spuma e il chinotto Sanpellegrino
I pupazzetti dei Masters (io li avevo tutti) da He-Man a
Skeletor con l`aggiunta del castello di GraySkull
Supercar Gattiger
Gli scellerati di Porkys
Quei temerari sulle macchine volanti (Stop that pigeon)
Daltanious che “odia gli stupidi e aiuta i deboli” e “tutto
disintegra quando gli girano…..le lame boomerang”. (Il bello è
che “odia gli stupidi” in generale, non semplicemente il
nemico)
La bellissima sigla di “Jeeg Robot d’Acciaio”
“Urka” la prima trasmissione di Paolo Bonolis dopo Bim Bum
Bam con Luca Laurenti, Icio De Romedis (che faceva il finto
supereroe), Massimo Valli e l’altra moretta che mi sfugge…
I dottori Alfio tamburini e Silvano Baracchi, rispettivamente
Carlo Verdone e Renato Pozzetto in 7 chili in 7 giorni, nonche’
quell’odioso di Paolone
Benito Urgu e le sue cassette
Le palladium
Il cappellino di Gullit con le treccioline rasta
Il rumorista di “Scuola di Polizia” (Johnes)
I favolosi BOSTON CELTICS di LARRY BIRD e le interminabili
sfide con i LAKERS di Kareem A. Jabbar.
Tutti i film di LINO BANFI, ed in particolar modo
“L’ALLENATORE NEL PALLONE”. Chi non si ricorda di ORONZO
CANA’, allenatore della LONGOBARDA e del suo straniero
ARISTOTELES. Non dimentichiamoci anche cult movie del
calibro di”VIENI AVANTI CRETINO”, e “SPAGHETTI A
MEZZANOTTE”, ecc.
Le avventure di GIGI SAMMARCHI ed ANDREA RONCATO in
“MEZZO DESTRO, MEZZO SINISTRO” con la loro
MARCHIGIANA e lo straniero frocio CHECCONEN…
Heater Parisi che canta “Cicale”
I film di Fantomas
La rotella di liquirizia della Haribo
Giocare a “Nascondino” e a “Ce l’hai”
…e anche “color color” , “tocca ferro”, il bellissimo
“1..2..3…Stella !” “Prontoscuadus pro”
I soldatini di ferro che si trovavano come sorpresa nelle
patatine
Il temperino a forma di pallone
La lattina di coca-cola che si muove quando batti le mani
piumini Ciesse e Moncler
L’eschimese di Atai Paraflu
Maman Luise quella del formaggio con la bambina odiosa che
diceva: “Mamma chi è quella signora?”
Space Invaders ma quello dell’Atari!!
Karate Kid
La sigla di “Furia Cavallo del west” cantata da Mal
I primi orologi digitali tutti neri con i led rossi
Gli orologi Hip Hop
Falco, il cantante di Amadeus-Amadeus e di Der Kommisar
Le merendine della Mulino Bianco, che all’inizio contenevano le
sorpresine nelle scatolette a forma di scatole per fiammiferi
La collezione di gomme da cancellare
POOCHIE
La super extra mitica POLAROID
Pac-man
Il cartone RYU (la canzone faceva “c’era ryu ragazzo che un
cuore aveva favole favole….)
“Lilly e il vagabondo” e “Gli aristogatti” con Romeo ‘er mejio
der colosseo
L’indimenticabile Guido Angeli testimonial di
Aiazzone….Provare per credere !!!
Le tartarughe ninja con quei nomi assurdi: Leonardo,
Raffaello, Michelangelo e Donatello
Arnold e il suo pesciolino nero Abramo
Ezio Greggio con la sua “Tavanata Galattica” ed il quadro di
“Teomondo Scrofolo”
L’ippopotamo Pippo della Lines (quello tutto blu dei pannolini)
Le tastiere a tracolla suonate da quel capellone di Sandy
Marton, (che cantava”People from Ibiza”) creatura, come tante
altre, di Claudio Cecchetto.
I ravioli di Nonna Amelia
Le impennate con il Ciao
I motorini con le super marmitte tipo Proma, RMS, Simonini,
la sella lunga, il giaguaro (orgogliosamente inculato ad una
vera jaguar) sul parafango anteriore del “fifty”
Il “Billy” la bibita al gusto d’arancia in cartoncino che sapeva
di plastica e non di arancia
Il Ciocorì e il Biancorì
La Girella Motta e il Golosastro, il nemico degli indiani
Sandra Milo che urla: “Chi? Ciro? NoooOOO!!!”
La scoperta di Babbo Natale e che Sbirulino era la Mondaini
Il Cubo di Rubik e le sue imitazioni
Lo Yo-yo che si illumina quando sale e scende
Capitan Harlock e Capitan Futuro
Palla in campo & Palla a due fuochi
Il gioco dell’elastico (soprattutto per bambine, ma anche i
maschi ci giocavano)
Il gioco del Dottore !!!
L’Allegro Chirurgo, il Dolce Forno Harbert e le macchine per
fare la maglia pubblicizzate su Topolino
Le stramberie della Same-Govj (gli occhiali a raggi x con cui si
vedeva attraverso i muri ed i vestiti delle donne, eccetera)
Il Monello, Skorpio e Lanciostory (con relative donne nude)
Il dolce Remì e La piccola Heidi
Conan (il cartone animato)
Paninari Vs Rockabilly Vs Punk Vs Dark Vs New Wave Vs …
I telefilm “Quelli della pallottola spuntata”
L’Atalanta in semi-finale nell’ 88
Il film “Montecarlo gran casino'”
Jonnhy è quasi magia
Renault super 5 gt turbo
Lancia delta integrale hf (gialla con interni neri)
Ford Escort rs Cosworth
Citroen cx 20 turbo (Bordeaux), Citroen Ds special 23 iniezione
turbo (Squalo), Citroen Dyane, Citroen 2CV
VolksWagen Maggiolino e Maggiolone
I petardi (fischia e scoppia, raudi, sandokan, minerva,
miniciccioli)
Bud Spencer e Terence Hill tarocchi, che trasmettono su Italia
7
Il mitico Napoli di Maradona e Careca
Quei polipetti di gomma che, una volta lanciati, si
appiccicavano al vetro e poi iniziavano a scendere con lente
capriole
La Famiglia BARBAPAPA’
Lo SLAIM (quello originale verde) e lo SLAIM CON VERMI
(rosa con vermi viola)
“La donna bionica” e “L’uomo da 6.000.000 di dollari”
I Trasferelli
La BMX
I telefilm inquietanti fine ’70-primi ’80: Zaffiro & Acciaio, I
Sopravvissuti, Il Pianeta Delle Scimmie.
E poi ancora Megaloman, Godzilla, e tutti i filmz giapponesi
anni ’70-’80
Il manga demenziale DR.SLUMP & ARALE, primo fra tutti
l’episodio “SUPPAMAN L’EROE” o RONZAMAN
I film di Peppone e Don Camillo con Fernandel e Gino Cervi
Il concerto di BRUCE SPRINGSTEEN del 21/06/1985 a Milano
Le SCIMMIE DI MARE
I sedili reclinabili
La ceretta a freddo
Il 2/6/7
Il P diretto
I ghignosperi del Poetto
I bon-bons magici di Lilly
OFF che cantava “Elettrica Salsa” (quella che faceva: elettrica
salsa ba-ba ba-ba mmm-mmm aahh-aahh..)
Il video delle BANGLES “Walk like an egyptian” (era quello
dove la gente camminava con una mano protesa in avanti e
l’altra indietro stile affreschi egiziani per intenderci)
E.T. l’extraterrestre, sia il film che il pupazzo giocattolo, che
allungava il collo se tiravi una leva sulla schiena
GOLDRAKE alto 1 metro con le ruote sotto i piedi che sparava
razzi e gli potevi montare anche l’alabarda spaziale sui pugni
(molti miei amici me lo invidiavano eh eh eh !!!)
Le cingomme tutte rosa e dure contenenti i tattuaggi da
applicarti addosso (bastava bagnarli con l’acqua, ma io ci
sputavo sopra…)
L’unica, inimitabile, indimenticabile..Fiat 500
I Lewi’s 501 e tutte le sue pubblicità, quella con Nick Kamen
nella lavanderia
La mitica BLACK dalla SCHWEPPES, era una specie di Coca
Cola al limone trooooooooppo buona che è stata in commercio
negli anni 80, poi è sparita misteriosamente dalla circolazione,
forse perchè molto più buona della Coca Cola…appunto !!!!
La TREKKING LIGHT, tubo di luce fosforescente (la si
accendeva piegandola, non ricordo se era in regalo dopo tot
pieni di benzina o cos’altro però come scordarsi lo spot
“ILLUMIINA I PESCIOLINI” ?)
La grandissima CIAO CREM bicolore, valida antagonista della
Nutella, pubblicizzatissima su tutti i giornalini.
I BASTOGNE della LU, gli unici biscotti allo zucchero candito,
semplicemente libidinosi …provare per credere (non è facile
trovarli)
Le partite a “Non t’incazzare”
Le gare sui GO-KART al LUNA PARK, meglio se sulle vecchie
piste in legno…. il mezzo che ti fa vincere è uno solo e devi
essere mooooolto svelto a salirci sopra !!!! E il punch-ball dei
grezzi?
Le MINIOLIMPIADI fatte tra amici mettendo insieme gli sport e
i giochi più disparati: ping pong, corsa, bici, subbuteo,
commodore 64 (o MSX), risiko, americane…ti occupavano
giornate intere, per non dire settimane…
Le GOLEADOR
Le MANINE appiccicose che si trovavano nelle patatine fritte, e
che finivano immancabilmente appiccicate sul soffitto della
classe, per la gioia di prof e bidelli.La lista delle più belle
sorprese delle patatine.
-Le supercar Gattiger da unire
-I robottini di gomma (tipo Gundam)
-I tatuaggi di Capitan Harlock (avevo trovato la cicatrice, ma
non l’ho mai usata perchè mi sembrava di sprecarla!)
-Quei dischetti di plastica da tirare con un bastoncino (con gli
adesivi di Batman, Superman…)
-I “coprimatita” di gomma, dei buffi omini a forma di frutta e
verdura…
Gli SCACCIAPENSIERI a cristalli liquidi, antenati del Gameboy
Le scritte, politiche e non, che si trovano nei bagni pubblici
DON BURO, devoto di San Crispino, che protegge il bianco, il
nero e il burino (Christian De Sica in “Vacanze in America”,
nel quale è d’obbligo ricordare anche Roma-Juve giocata nella
Death Valley)
der Kaiser ricorda un’altra celebre frase di Don Buro: “beata
l’ignoranza, si sta bene di mente, de core e de panza”
“In viaggio con papà” con l’accoppiata SORDI-VERDONE
La SUPERCAZZOLA di “Amici Miei”
“Fastfood” il film paninaro, con il cast di Drive-in
“ARRAPAHO”, il film degli Squallor (Ascella Pezzata e
compagni)
DEEJAY TELEVISION
ASFIDANKEN , il cocker di D’Angelo in Drive-in
La puntata “porno” di “GEORGIE”, in cui uno dei due fratelli si
infila NUDO nel letto di lei… per scaldarla!!!
Le “punizioni finali” inflitte ai cattivi di Calendarman e
Yattaman
Carletto il Principe dei Mostri
GIGI LA TROTTOLA
IK+, gioco di karate per C64
Il pallone Rumenigge
Leslie Nielsen in generale e “UNA PALLOTTOLA SPUNTATA”
(1,2 e 1/2, 33 e 1/3) in particolare
La GOMMAPANE che, potendosi plasmare a piacimento (palla,
pupazzetto, ecc.), veniva usata per tutto tranne che per
cancellare
Le mitiche BIG-BABOLall’uva, che si sentiva da cento metri
quando ne masticavi una
Le interminabili partite a Lemmings con l’Amiga 500 e l’effetto
fuochi d’artificio con la bomba atomica
L’agghiacciante telefilm dei VISITORS, ossia i lucertoloni verdi
che invadono la terra sotto le mentite spoglie di umani
e….”veniamo in pace”. Ricordo con schifo l’episodio in cui una
ragazza messa in cinta da un’alieno partorisce un bel pupo
tutto verde e squamoso…
Gli scherzi di carnevale che si compravano in cartoleria, tipo:
le bombette puzzolenti, il fluido glaciale, la cicca con la molla
che ti scattava sulle dita, il cuscinetto che scorregiava, la
polvere per far starnutire o quella che procurava prurito, la
sigaretta che esplode, la merda finta, ecc. ecc.
La pubblicita’ dello snack URRA’ SAIWA, dove c’era Banana
che urlava “Urra’”
La pubblicita’ dei biscotti BISTEFANI, vi ricordate……”ma chi
sono io ? Babbo Natale ?”
Le parole magiche “Simsalabim” del MAGO SILVAN
La prima consolle della MATTEL, quella dove ti sfidavi a 10
giochi 10 tutti fatti con le bacchette ed un pallina (che poi era
una quadratino)
La Tendy Motta
Donkey Kong, un videogioco su cui abbiamo passato l´infanzia
con lo schiacciapensieri della gig(adesso li kiaman tiger)
La canzone di Pippo Franco “mi scappa la pipí”
Corrado che canta: “ed io che sono Carletto l’ho fatta nel
letto”
Il gelato con la faccia della Pantera Rosa
Francesco Salvi che canta “Esatto” a Sanremo coi ballerini con
le maschere da animali
I pattini a rotelle
Il gelato blu al gusto di Puffo (e anche quello rosa alla puffetta
che peró ha avuto meno fortuna)
Charlie, un cantante che nell’ 87 aveva dedicato a Jovanotti la
canzone “Faccia da pirla” (“perché sei un pirla e c’hai la faccia
da pirla, e sei vestito da pirla, e tutti dicono pirla”)
Giocare a figurine,soprattutto a lunga o a muretto, mentre a
numero giocavano quelli scarsi
Evani segna a Higuita all’ultimo minuto nella finale di coppa
intercontinentale dell´89
Lucio Salis e “Capito mi hai?”
Shokkausu, programma di Radio Manila
Il Mars prima che lo rendessero più leggero
Il Risiko, imbrogliando ed aggiungendosi carri armati
Raccontarsi le scene di Fantozzi tra amici che le conoscono a
memoria
Le vecchie riviste di computer, che invece di essere dei bazaar
pubblicitari pubblicavano listati di programmini
Una partita a pallone contro un muro, su di una strada in
discesa, una sera d’estate, con un pallone sgonfio, scalzi,
senza magliette
Le partite uno contro uno o a porte distanti (perfino in un
campo da calcio)
Gli stranieri del Genoa che non facevano niente tutto l’anno
ma poi segnavano nel derby
Gli snorky
Galaxy express 999 (e la sigla)
I tornei di calcetto al campo delle scuole elementari e le
infinite sfide
il primo pergo mantova e le botte allo stadio
Federica Moro in “College”
Le partite ad Android One, giochino dello Spectrum
Il telefilm “Batman” con le scazzottate e le scritte che
comparivano
Il telefilm “Sanford e Son”
Jimmy il fenomeno, ovvero quello che faceva il portachiavi a
Drive-In
Gli Europe e The Final Countdown….il tormentone dell’88
I Righeira (Vamos a La Plaia)
Il Monciccí, quel pupazzetto a forma di scimmia
Alberto Camerini, Rock’n roll robot
Love Boat con il capitano Stubing, il dottor Adam Brikker,
Goffer, Isaac, Julie, Vicky e il fotografo che rimorchiava
sempre, oltre che per la sigla cantata da Little Tony (Mare
sapore di mare..)
Michele l’intenditore della pubblicitá del Glen Grant
I soldi di cioccolato, le macchinine Bburago, il pallone di
spugna e tutto il resto
Fare i GAVETTONI d’acqua dal quinto piano e poi nascondersi
(a volte rischiando anche una denuncia, ma sai si era
bambini…)
I sundek per andare al mare
Il GHIACCIOLONE Quello con stecco in plastica e
collezionandone una buona quantita’ si potevano incastrare e
fare forme.
Il gelato PIEDONE, tutto rosa e forse al sapore di cicca, da cui
poi e’ stata tratta, piu’ avanti, la variante
PANTERA ROSA
Gundam
L’Husky e i ray-ban in testa
Gli Harlem Globetrotters in Italia
La matematica col pallottoliere
Il Sapientino
Il Verona campione sulle grandi
Zico in Italia
Le guerre di quartiere con le cerbottane wrestling commentato da Dan Peterson con tutti i suoi
personaggi, da Macho Man ad Hulk Hogan, fino a quelli che
perdevano sempre come Steve Lombardi o Tito Santana
I biscotti a forma di animali e di lettere
Le Charlie’s Angels, soprattutto Farraw Fawcett
Madamoiselle Anne
Le amiche-mamme, quelle che vai in vacanza insieme si
ricordano le cose che ci si dimentica sempre, come il
tagliaunghie o l´apriscatole
Franco Franchi e Ciccio Ingrassia in “Ultimo tango a Zagarolo”
I film horror su Italia 1 le sere d’estate presentati dal pupazzo
ZIO TIBIA
Il gel prokrin (quello celeste)
Lo swatch
Le canzoni dei Duran Duran
Self Control di Raf
La prima GOMMINA SIMMON’S, gel per capelli
Le caramelle ZIGULI’, che si compravano in farmacia ( ci sono
ancora ? )
I gustosissimi snack al formaggio FONZIES
I cartoni animati degli IMPOSSIBILI, i tre componenti di una
rock band che diventavano super eroi (mi pare si chiamassero
MULTIMAN – FLUIDMAN – COILMAN)
Quando l’unico the freddo era l’ ESTATHE, nel classico
bicchierino in plastica e relativa cannuccia
Giocare a pallavolo sul bagno-asciuga
gioco del gessetto e quello del silenzio…. che rincoglioniti che
eravamo da piccoli
Il cartone animato Shezzan, quello che univa gli anelli
I biscotti plasmon e i nipiol, perché li mangio ancora
…e soprattutto gli autoscontri, il calcinculo, l´ottovolante e
tutte le altre (la goduria piú grande é andare in quelle dei
bambini e prendere il codino al loro posto)
Il giochino dello SHANGAI, si che lo conoscete, quello con
enormi stuzzicadenti da prendere uno alla volta senza far
muovere quelli sotto (i piu’ ambiti erano quelli piu’ colorati da
10 punti se non ricordo male)
Il MONOPOLI con tutte quei pedaggi da pagare, chi non ci ha
mai giocato ? E poi i segnalini ? Il fiaschetto era il piu’ bello…
se non ve lo ricordate be’ andate in prigione senza passare dal
via…
Quelle caramelle rosse o nere che quando le prendevi in mano
lasciavano giú il colore
Lo zucchero filato delle feste
I liquori mignon
Pertini che esulta ai mondiali dell´82 e la partita a scopone
sull’aereo del ritorno (in coppia con Zoff contro
Causio-Bearzot), con la Coppa sul tavolino
I tic-tac
le bici da cross col cambio (tipo furiacross o saltafoss), e
anche la bmx che peró non era cosí bella
Il “lecca-lecca”
Le caramelle a forma di ciuccio al gusto di coca-cola
Le liquirizie con dentro il ripieno colorato (verde, rosso, giallo
o bianco)
I meravigliosi film di Kung Fu (Made in Hong Kong) anni ’70
nei quali patetici emuli di Bruce Lee erano mandati a doppia
velocità durante le scene di combattimento con risultati a dir
poco esilaranti.
(GuS)
The Last Ninja, incredibile gioco per il C64 (Dakys)
Dungeons & Dragons e i giochi di ruolo in genere (e chi non sa
che cosa sono si vergogni)
Giocare a calcio sotto un acquazzone
Quel gioco che si faceva con 3 monete, tirandole sul tavolo
come biglie, facendone passare una in mezzo alle altre 2,
finché non si arrivava verso una sorta di porta fatta coi mignoli
delle mani dell´avversario, mentre l´indice faceva il portiere,
tirare e urlare gol!!!
Giocare a biglie (qualcuno si ricorda i vari punteggi dei
quadrifogli, dei biglioni, delle cinesine e dei preziosissimi
biglioni cinesini?)
Le ragazze che vanno in bicicletta con la gonna
La sit-com “Vicini di casa” con Teocoli, Gnocchi, Orlando e la
Golia
La pubblicitá della tabú
…e anche quella del “Cioccoblocco” Nestlé, piena di doppi
sensi ( “quando é grande cosí, quando é grosso cosí é un
piacere morderlo” con gesti piú che espliciti)
Il rutto di Caccola ne “La rivincita dei Nerds” (Toto)
La pubblicita’ radiofonica dello STOCK 84 (quella dopo le
partite) che dice: ” la vostra squadra del cuore ha vinto,
brindate con Stock 84…ecc. ecc.”
Il giochino del 15, quel quadratino di plastica in qui erano
mischiati 15 tasselli ed andavano ordinati in senso numerico…
La trasmissione PICCOLI FANS condotta da Sandra Milo, dove
bambini cantavano e si vestivano come i loro cantanti preferiti
Le mitiche PRINZ e visto che ci siamo anche la SIMCA,
automobili di altra generazione
Le prime apparizioni televisive di Vittorio Sgarbi, nelle quali
dava gran ceffoni a chi gli stava sui coglioni e lo apostrofava
con una riga di vaffan(beep), putt(beep) e stro(beep)…
Spedire le cartoline senza francobollo agli amici che sono
generalmente riconosciuti come “parsimoniosi” per non dire
“taccagni” o” pitocchi”
La mitica pubblicita’ del TARTUFON Motta, dove il tipo di
colore accoglieva amici esclamando: “Bonsoir mes amis, je
suis le tartufon…”
Scoprire che alle feste in maschera di carnevale c’erano
almeno 50 bambini vestiti da Zorro proprio come te, per non
parlare poi di indiani e cowboy…
Comprare la scatola da 100 figurine invece che le solite 5, 10
bustine
Completare l’album di figu dei calciatori(cosa difficilissima)
senza dover ricorrere a farsele spedire
Le piste acrobatiche con salti e giri della morte, nonche’ le
macchinine con le fiamme sulle fiancate della HOT WHEELS
Scaldare in qualche maniera il termometro per non andare a
scuola facendo finta di avere la febbre
I pupazzetti dei Puffi in tutte le loro versioni ed anche le loro
casette fatte a fungo
Le macchinine per bambini, quelle da far muovere con dei
pedali e quelle per i bambini benestanti che invece di pedalare
andavano a pile, ma erano un sogno…
Le incursioni di CAVALLO PAZZO a Sanremo con Pippo Baudo
che lo vuol cacciare via
La Fiesta Ferrero
Il cartone animato FANTAMAN, con sigla: ” C’era tanto tempo
fa un’antica civilta’, c’era Atlandide si sa, ma nessuno sa
dov’e’ …ma c’e’ un uomo forte con un nome fantastico che sa
volare sa nuotare e tutti aiutera’ FANTAMAN Giustizia lui fara’

L’Uomo Tigre
Boskov che dice :”Rigore e’ quando arbitro fischia”
Ivan Drago che dice a Rambo “Io ti spiezzo in due”
Il gioco del nascondino a grandi vedute (ovvero quando per
nasconderti cambiavi paese, etc )
Le sfide a tennis Lendl – Wilander
L’Aereo piu’ pazzo del mondo 1 (e anche un po’ il 2)
La Pantera Rosa (ovvero il mitico Peter Seller)
Il Bi e il Ba con Nino Frassica
Top Cat, i Banana Splits e tutta la Hanna e Barbera prod.
I Jefferson
Attenti a quei due (con tanto di sigla di John Barry)
Le scarpe Superga
e le tepa sport
L’ape maia (E perchè Flip, Tecla, Willy?)
Il “motivo di famiglia” nelle giustifiche della scuola
Le monetine di Asterix nei barattoli di Ciao Crem !
Kiro, il cagnolino bianco di Maiumi, in una puntata di Jeeg
Robot d’acciaio; da quel momento tutti i miei cani, o gatti, li
ho sempre chiamati Kiro. Spero che qualcuno si ricordi…
Jolicoeur, la mitica scimmietta di Remì.
Da bambini quando si spiava nel buco di una cabina al mare le
altre bambine cambiarsi.
Signora Longari che “cade sull’uccello” a Mike Bongiorno…
Il telefilm “Tre cuori in affitto” con John Ritter (per intenderci
quello che faceva il papa’ adottivo nei film “Piccola Peste”)
Il WALKMAN, grande invenzione del giapponese Akio Morita
Alvaro Vitali che nelle vesti di Pierino fa la classificazione delle
scorregge: Pasquale, quella che credi di aver scorreggiato, ma
in realtà ti sei fatto addosso; Stefano, quella silenziosa ma
che fa un odore tremendo; Robertobracco, quella classica
rumorosa
Il giochino da bar JUNGLE KING dove una specie di Tarzan
saltava di liana in liana e uccideva coccodrilli per salvare la
sua bella
Il gol di ROBERTO BAGGIO nei mondiali ’90 contro la
Cecoslovacchia (vabbe’,quasi anni 80 ma ci stava)
Fantastica. lunedì me la stampo in uffico.
Io metterei anche il GOING, gioco da spiaggia che consisteva
nel far scorrere una palla ovale lungo due cavi
alternativamente con il tuo compagno di giochi.
Il freesbee
le reti elastiche
Sparare all’orso con il fucile e farlo girare (forse + anni 70?)
Fumare in bagno a scuola in 6 e fare la brace lunga quanto la
sigaretta appena accesa
Furia cavallo del west e la sigla di MAL
Disco ring con Cecchetto
Pop Corn con stefania Rotolo e il tipo di colore
Heather Parisi e la spaccata in piedi appoggiata a Pippo Baudo
Starter, la rivista di motori diventata poi XXX
Skorpio, con le tettine della Lory Del Santo
Lando, Sukia, Cappuccetto Rotto, il Camionista e tutti i
fumetti porno
Le bicicross
Le casse e la radio sulla vespa
Mike Oldfield, Jan Michelle Jarre, Alan Parson
Gli stivali Durango
Il piumino Moncler o Ciesse
I primi Fast Food
I giubbotti Uniform
Le cravattine di pelle
I break Machine e la canzone Brack Dance e tutto il fenomeno
che ne è conseguito
Le cassette Gigantesche nel lettore in auto (forse anni 70??)
Le scarpe Nike bianche col baffo azzurro
i braccialetti di cuoio intrecciato e le collane con l’aculeo di
istrice di mare
Gli zainetti invicta blu e gialli
il laverda 125 col motore Zundapp
E le scarpe “Cult” ?!?
Quelle massicce (con punta in ferro) che erano fosforescenti di notte.
Non so se le conoscete visto che sul web non ho trovato riferimenti, ma
qui erano una moda… chi non le aveva veniva praticamente emarginato
(e costavano un botto: circa 200-250 carte).

Cosa resterà degli anni ottanta? 01ultima modifica: 2008-01-29T20:30:00+01:00da ottantanostalgi
Reposta per primo quest’articolo